Domenica 25 settembre

 

 

 

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 16, 19-31)

In quel tempo, gli apostoli dissero al Signore: «Accresci in noi la fede!».
Il Signore rispose: «Se aveste fede quanto un granello di senape, potreste dire a questo gelso: “Sràdicati e vai a piantarti nel mare”, ed esso vi obbedirebbe.
Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà, quando rientra dal campo: “Vieni subito e mettiti a tavola”? Non gli dirà piuttosto: “Prepara da mangiare, stríngiti le vesti ai fianchi e sérvimi, finché avrò mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai tu”? Avrà forse gratitudine verso quel servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti?
Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: “Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare”».

Parola del Signore

 

 

 

Cari amici,

come una volta uno dei discepoli aveva chiesto a Gesù: “Signore, insegnaci a pregare” (Lc 11,1), questa volta gli apostoli chiedono a Gesù di aumentare la loro fede. I discepoli non hanno paura di riconoscere le loro mancanze, il loro bisogno di imparare da Gesù e perfino di chiedere aiuto a Gesù. Gesù è il loro amico con il quale stanno condividendo tanti momenti di gioia e di difficoltà. Hanno compreso di doversi affidare sempre di più a Lui, se vogliono conoscere davvero cos’è la felicità e la bellezza di essere figli di Dio. E questo lo fanno innanzitutto con la preghiera. “Aumenta la nostra fede”. È un bel modo di pregare, cioè senza fingere di sapere o di essere già forti; ma presentandosi esattamente come si è davanti a Gesù. Senza paura, proprio come si fa tra amici. Gesù ci conosce già. E ci ricorda che basta una piccola fede, cioè una minima fiducia in Dio. Basta che sia grande quanto un granellino di senape) e sarà possibile compiere grandi miracoli, cioè fare cose che prima sembravano impossibili.

Con tale fede, siamo chiamati a servire i più poveri. Senza ricercare meriti, ma
con la piccola fede di essere degli amici di Gesù che sanno compiere miracoli solo se
seguono insieme Gesù.

 

 

 

PER I PIU’ PICCOLI: puoi scaricare il disegno della parabola del granellino di senape

 

 

Uniamoci alla preghiera dei più piccoli che chiedono a Gesù la guarigione per chi è malato, la compagnia per chi è solo, la speranza e la salvezza per tutti.

 

In questo colorato video le voci dei bambini e dei ragazzi di Santa Maria in Trastevere e i loro disegni esprimono la loro vicinanza e il loro affetto per i più fragili e per tutti noi.

Per vedere il video clicca qui