Domenica 25 ottobre 2020

 

 

Dal Vangelo di Matteo

 

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».
Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».

 

Cari amici,

Gesù si trova a parlare con alcuni che non vogliono credere a ciò che dice. Ma non riescono neppure a non andare da lui per fargli delle domande. Sembra che siano attratti, nonostante tutto, da ciò che Gesù dice. Uno gli fa una domanda: “Maestro qual è il più grande comandamento della legge?”. Così sta chiedendo a Gesù qual è la cosa più importante per essere amici suoi. È una domanda che ci interessa molto perché vogliamo tutti essere amici suoi, imitarlo nei suoi atti e nelle sue opere. E Gesù, senza criticarli, risponde direttamente: per essere amici miei bisogna amare Dio e il prossimo. Sono due cose che vanno insieme. Non si può amare Dio senza amare gli altri. E si può arrivare ad amare gli altri solo amando Dio davvero. Questo sta alla base di tutto, come per fare la pace. Questo fa di noi i veri amici di Gesù.

 

 

Se vuoi accendere una candela e scrivere la tua preghiera clicca qui

PER I PIU’ PICCOLI: puoi scaricare il disegno della vangelo della domenica.

 

 

Uniamoci alla preghiera dei più piccoli che chiedono a Gesù la guarigione per chi è malato, la compagnia per chi è solo, la speranza e la salvezza per tutti.

In questo colorato video le voci dei bambini e dei ragazzi di Santa Maria in Trastevere e i loro disegni esprimono la loro vicinanza e il loro affetto per i più fragili e per tutti noi.

Per vedere il video clicca qui