facciata-chiesa-san-callisto

La facciata seicentesca della chiesa si presenta divisa in due ordini, quello inferiore è spartito da quattro paraste con due finte finestre che fiancheggiano il portale, mentre quello superiore con due volute laterali con candelabri che inquadrano il grande finestrone centrale con timpano curvilineo e volto di angelo: sul frontone campeggia il grande stemma di Paolo V Borghese.

L’interno è a navata unica, decorata a finti marmi, è coperta da una volta affrescata con La Gloria di San Callisto di Antonio Achilli. Sull’altare maggiore San Callisto ed altri Santi adorano la Vergine di Avanzino Nucci (XVII secolo).

Nella cappella di destra vi sono due angeli attribuiti al Bernini, ma più probabilmente della sua scuola, che sorreggono una pala raffigurante S. Mauro Abate di Pier Leone Ghezzi (1674-1755).

Sull’altro lato, sull’altare, si trova il Martirio di San Callisto, tela datata ai primi decenni del ‘600; accanto è visibile il pozzo dove sarebbe avvenuto il martirio di papa Callisto.

 

Previous page